(Foto di Cwizner da Pixabay)

"IL COSTO REALE DEI PFAS NON RICADE SUGLI INQUINATORI MA SOLO SUI CITTADINI "

È datata 7 luglio 2021 una nuova interessantissima pubblicazione dal titolo Il vero costo dei PFAS ed i benefici di agire adesso con autori illustri come Gretta Goldenman e Linda Birnbaum. Lo studio vuole analizzare lo scomodo terreno dei costi che ogni singolo giorno tutti i cittadini sono COSTRETTI a pagare, solo perché poche aziende possano continuare a produrre indisturbate sostanze riconosciute come tossiche da 40 anni.

L'industria dei PFAS sostiene che l'uso di tali sostanze chimiche nei beni di consumo e nelle applicazioni industriali porti ampi benefici, tant'è vero che l'industria dei fluoropolimeri negli USA vale 2 miliardi di dollari all'anno. Tuttavia, non menziona i costi di esposizione, che sono a lungo termine, molto estesi e normalmente esternalizzati sul pubblico in modo sproporzionato. Concentrarsi su una visione ristretta e a breve termine dei benefici portati dall'utilizzo dei PFAS ignora come i costi vengono trasferiti alle comunità e ai governi, nonostante l'esistenza di alternative più sicure nella maggior parte dei settori merceologici.

Gli impatti sulla salute umana dovuti all'esposizione a PFAS sono immensi. Una recente analisi degli impatti dell'esposizione a PFAS in Europa ha identificato spese sanitarie dirette annuali pari a 52-84 miliardi di euro. I costi sanitari equivalenti per gli Stati Uniti, tenendo conto delle dimensioni della popolazione e delle differenze di cambio, sarebbero di 37-59 miliardi di dollari. Questi costi non sono pagati dall'inquinatore; sono a carico della gente comune, degli operatori sanitari e dei contribuenti.


Anche i costi sociali indiretti sono estesi, sebbene più difficili da calcolare. Includono i salari persi; anni di vita persi; ridotta qualità della vita; aumento dello stress, ansia e depressione; e conseguenti impatti su famiglie e comunità. Tali costi sociali sono quantificabili e possono guidare la politica, ma attualmente non esiste tale analisi per gli impatti sulla salute dei PFAS negli Stati Uniti.

(Foto di Polina Kovaleva da Pexels)

Consegnati i dati sugli alimenti alle MAMME NO PFAS e a GREENPEACE

A seguito della sentenza del TAR per il Veneto dell’8 aprile 2021 con la quale ci viene consentito l’accesso alle informazioni ambientali ex d.lgs. 195/2005 detenute dalla Regione del Veneto inerenti il “Piano di campionamento degli alimenti per la ricerca di sostanze Perfluoroalchiliche”, le tre Aziende Ulss coinvolte (Ulss 6, Ulss 8, Ulss 9) ci hanno fornito i dati richiesti.

Trattandosi di una questione molto complessa e delicata, abbiamo deciso di avvalerci di consulenti esperti per interpretarli al meglio. La Regione Veneto non ha dunque proposto appello al consiglio di stato.





Bambini e PFAS: l'importanza di partecipare allo studio " TEDDY CHILD"


Il Progetto TEDDY Child, promosso dal Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell' Università degli Studi di Padova, è il primo studio in Europa che vuole valutare gli effetti dei PFAS sullo sviluppo di bambini/ragazzi in età compresa tra 1-13 anni.

Il Team di ricerca ci fa sapere che stiamo raggiungendo i quorum di partecipazione necessari affinche' lo studio possa svolgersi, ringraziamo quindi tutte le famiglie che stanno contribuendo ed invitiamo a procedere con il completamento di tutti i questionari.

Nel frattempo lo Studio continua e, per chi non lo avesse ancora fatto, c'è ancora la possibilità di partecipare e di fornire un'importante contributo alla ricerca scientifica.


Se abiti nei comuni della Zona Rossa o limitrofe e sei genitore di un bambino di età compresa tra 1-13 anni, puoi aderire al progetto tramite il seguente link https://bit.ly/TEDDY_UNIPD


Ricordiamo che

Non è obbligatorio aver effettuato lo screening PFAS

Non ti devi spostare da casa

Non sono previste analisi


Se hai dubbi o vuoi un aiuto nella compilazione dei questionari puoi telefonare o mandare un messaggio al numero 331 2601623 oppure visita il sito dedicato https://teddychild.dpss.psy.unipd.it/


Ci siamo impegnate a pagare PER TUTTI i consulenti che ci aiuteranno a provare la colpevolezza e condannare i responsabili del più grave inquinamento da PFAS al mondo.



Sostienici






Cosa aspetti, iscriviti alla nostra newsletter

MAMME NO PFAS

Vicenza | Padova | Verona

T. 0444 179 30 30

info@mammenopfas.org